Instagram ha ormai superato il miliardo di utenti attivi. Molti utenti ci spendono anche del denaro, e alcuni spendono a lotto. Nonostante ciò, Instagram ha appena sfruttato la miniera d'oro per le aziende. 

Sia che si tratti di aziende "fisiche" che cercano di stabilire una presenza online, sia che facciano parte della categoria in rapida crescita delle aziende puramente online, è obbligatorio avere una presenza potente sulla piattaforma.

Il problema è che è più facile a dirsi che a farsi. Come questo algoritmo decide che ciò che appare sul vostro feed non è del tutto chiaro. 

Per rendere le cose ancora più complicate, ogni feed dell'app ha un algoritmo unico, il che significa che gli stessi contenuti non hanno necessariamente lo stesso rendimento nei vari feed.

Secondo la visione tradizionale, a determinare la visibilità di un account sono fattori numerici evidenti come i like, i follow, le condivisioni e i commenti,

Tuttavia, dato che l'algoritmo è in costante evoluzione per fornire al consumatore i contenuti più rilevanti e di qualità, la domanda è: perché preoccuparsi dei like?

Perché i like di Instagram sono importanti

Algoritmo

grafica instagram

La metrica principale per la visibilità degli account su Instagram è la prevalenza dei segnali sociali. In altre parole, aumentare il numero di follower di instagram, numero di salvataggi, numero di condivisioni, commenti e così via. Ricordate che l'obiettivo principale di Instagram è quello di mantenere gli utenti sulla piattaforma il più a lungo possibile.

Di conseguenza, gli indicatori dell'elevato interesse degli utenti attraverso il coinvolgimento sono proprio gli elementi che l'algoritmo prende in considerazione.

Sebbene i like siano certamente un elemento importante, non sono l'unica cosa che conta; pur dovendo massimizzarli, puntate a farlo senza andare a scapito degli altri segnali sociali, che sono altrettanto se non più importanti.

Tuttavia, non tutti i like sono uguali. L'effetto di un like sulla visibilità di un post varia in base all'argomento, al formato, al tasso di coinvolgimento e al gruppo demografico che ha interagito maggiormente con esso. Pertanto, un like può avere risultati diversi a seconda della natura dell'account del "liker" e del "liked".'.

Psicologia del consumatore 

mani che fanno clic per mettere "Mi piace" a una foto su Instagram

A prescindere dalle specifiche della natura dell'algoritmo, l'altro impatto fondamentale dei like ha più a che fare con la psicologia. Molti vedono Instagram come un gioco di numeri, ovvero i follower, i like e così via sono la cosa più importante del vostro account.

Questo genere di cose si è rafforzato con il tempo. L'effetto si è esteso a tutta la piattaforma in aree come il business e persino le maniglie per le organizzazioni. 

Quando un utente vede un post o un reel nel proprio feed, la prima cosa che fa è dare un'occhiata al numero di like. Se è "troppo basso per i loro standard, non ci pensano più e lo scorrono. A questo punto, non si tratta nemmeno di uno sforzo cosciente. Potrebbe anche essere memoria muscolare.

Ciononostante, la presenza di un numero di like ha creato notevoli opportunità per le aziende. Esse possono, tra l'altro:

  • Valutate un influencer per stabilire se è un potenziale partner commerciale, osservando il livello di coinvolgimento che suscita per stimare il guadagno monetario derivante dal suo ingresso a bordo.
  • Spingono gli utenti ad acquistare mostrando il numero di "mi piace" dell'articolo/servizio che offrono. In questo modo, possono far capire che la loro attività non lascia molto a desiderare in termini di qualità e immagine.
  • Usare i like come "claim to fame", spingendo la narrazione che si tratta di un'entità amata e prestigiosa, migliorando così in modo significativo l'immagine del marchio.
  • Intraprendete "guerre di like" reciprocamente vantaggiose con i concorrenti che competono per accumulare più like, spingendo l'interesse verso entrambe le piattaforme.

Caduta?

La crescente necessità di like ha fatto sì che la pressione per far salire un numero diventasse sempre più intensa. Questo ha fatto sì che ci fossero serie preoccupazioni per gli utenti. salute mentaleche ritenevano che la loro posizione sociale fosse determinata dal numero di like che riuscivano ad accumulare.

L'onere di rastrellare like ha inciso anche sulla natura dei contenuti del sito. Tutti gli account erano interessati a rivolgersi a un pubblico il più ampio possibile e a risultare il più simpatici possibile. 

Così, si è creata una grave discrepanza tra le vite che le persone mostravano su Instagram. Rispetto a quella che era in realtà la loro. Come sottoprodotto, questo ha portato le persone ad avere una percezione distorta di quella che dovrebbe essere la vita "normale".

L'ossessione per la massimizzazione del numero di like ha fatto sì che la pratica di "comprare like" diventasse sempre più popolare, al punto da mettere in discussione l'integrità del sistema di like e dell'algoritmo.

I gusti nascosti 

Mi piace nascosti su un post su InstagramVedendo l'aumento di questi problemi, Instagram ha deciso di prendere in considerazione una soluzione, nascondere i like. Naturalmente, si tratta di una risposta piuttosto estrema, per cui la cosa più naturale da fare è stata valutare se questo avrebbe portato un cambiamento positivo.

Di conseguenza, nel 2019, Instagram ha scelto di nascondere i like dall'app in determinati Paesi in via sperimentale. Dopo la conclusione dell'esperimento, i risultati principali sono stati i seguenti.

  • Le opinioni sul cambiamento sono state discordanti. Alcuni utenti preferivano avere un'idea di ciò che era stato accolto bene e di ciò che era attuale e rilevante. Altri utenti hanno ritenuto di non dover più "stare al passo con gli altri" massimizzando il numero di like. Di conseguenza, si è sviluppato un dibattito e una controversia significativi tra i due poli.
  • La differenza nella salute mentale degli utenti è stata insignificante. Sebbene gli utenti non sentissero l'urgenza di conformarsi alle ultime tendenze, l'effetto non era sufficiente a rendere il cambiamento utile.
  • L'eliminazione dei "mi piace" ha fatto sì che le aziende dovessero porre maggiore enfasi sul marketing "sociale" empatico. Tuttavia, ciò significava che per loro era molto più complicato svolgere qualsiasi attività commerciale, in quanto avevano una comprensione più limitata di ciò che gli utenti erano ricettivi.

Sebbene i risultati positivi siano stati troppo limitati per giustificare una politica generalizzata contro i like, l'esperimento si è rivelato fruttuoso. Ha dimostrato che una parte significativa della base di utenti preferirebbe essere libera dalla pressione dei coetanei che puntano a un numero maggiore di like.

Di conseguenza, Instagram ha introdotto un aggiornamento che consente agli utenti di nascondere i like ai propri post. Tuttavia, si noti che questo non è andato così lontano come nell'esperimento, poiché il proprietario del profilo poteva ancora vedere il numero di like, rendendolo vulnerabile agli stessi sentimenti di inadeguatezza e al desiderio di conformità.

Nascondere i like fa la differenza?

grafica dei like nascosti su instagram

Si e no. Da un punto di vista algoritmico, c'è nessuna differenza tra il fatto che i like siano visibili o meno. Hanno comunque lo stesso impatto sulle metriche di coinvolgimento. 

I "mi piace" esistono ancora. Gli utenti non possono vedere il numero di like. Possono comunque mettere like e i like vengono registrati e analizzati dall'algoritmo. Dal punto di vista della funzionalità oggettiva, non c'è alcuna differenza.

Tuttavia, le cose si complicano sempre quando entra in gioco la psicologia. Poiché le aziende non possono mostrare il loro numero di like come una sorta di status sociale su Internet, devono evolversi per mantenere i loro follower impegnati in modo più significativo.

Questa strategia ha meriti e demeriti, il principale dei quali è che non è così semplice crescere e creare un seguito più ampio. Le aziende non hanno la stessa facilità di affermazione e non possono sfruttare i vantaggi discussi in precedenza.

Tuttavia, ci sono ragioni specifiche che rendono questa strategia praticabile. L'algoritmo considera in modo massiccio il rapporto di engagement. Di conseguenza, avere una percentuale più significativa di utenti coinvolti, non solo un numero maggiore, promuoverà in modo significativo il vostro account.

Pertanto, se non si può fare affidamento sui like per far crescere e mantenere un seguito, le aziende devono fare affidamento su un'attrattiva genuina per i potenziali clienti. In questi casi, la fidelizzazione del pubblico è molto più alta e la crescita è più probabile che sia organica.

Osservazioni conclusive

I like su Instagram sono stati oggetto di controversia e confusione per alcuni anni. In generale, però, i like sono importanti, ma non sono il fattore determinante per la visibilità di un account. Non bisogna dare loro la priorità a scapito di altre modalità di coinvolgimento.

Anche la situazione dei like nascosti ha causato una notevole confusione, ma no, Instagram non ha rimosso i like. No, non rimuoverà i like nel prossimo futuro. 

Lo status quo è quello in cui un utente può nascondere i like se ritiene che siano controproducenti. I motivi per cui lo si fa possono essere diversi, dalla protezione della propria salute mentale a una strategia commerciale intenzionale.